Sguardo al Reale

Riserbo… Questo sostantivo sconosciuto!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su google
Google+
Spettacolarizzare gli affetti e le emozioni è quello che pare riuscirci meglio in questa età nanotecnologica…
Lo so, forse sembrerò un giovane-vecchio brontolone e decontestualizzato, ma è evidente che si è perso un po’ il polso della situazione. E intanto la pressione aumenta senza monitoraggio!
Mettiamo in mostra ogni nostra semplice emozione, non curanti della preziosità della medesima.
Prezioso? Sì, è questo l’aggettivo giusto. Qualsiasi momento della nostra vita è di pregio. Non perché lo scrivo io, beninteso, ma perché lo si legge nella voglia di felicità iscritta in ciascuno di noi.
Non tutto si può dire, non tutto si può scrivere, non tutte le nostre felicità o infelicità vanno condivise.
Stiamo cercando di custodire la nostra ricerca del bene, non curanti della modalità in cui ne diamo a noi stessi consapevolezza.
Faccio un esempio semplicissimo… Se state al ristorante e volete farvi una foto, è bello che essa sia condivisa sui social. Inoltre e al medesimo tempo, della felicità di quello stesso incontro in pizzeria, non vi sarà “like” capace di aumentarne la gioia che custodirete nella memoria. Spero mi stiate seguendo…
È un dato di fatto la nostra dipendenza “emozionale” dalle emozioni condivise.
Quasi pensiamo di non vivere qualora impossibilitati a manifestarci…
Le cose belle, quelle che ci fanno essere migliori, vanno custodite, non dispacciarle quale dominio pubblico… E vai col liscio dei commenti improbi…
Teniamo un po’ di riserbo… facciamolo per la nostra felicità!
Scusate la polemica.
Vi voglio bene!
A presto.
Luca Sc.

Fai il pieno di notizie positive cristiane

Iscriviti alla newsletter

Inserendo il tuo indirizzo e-mail riceverai una notifica appena verrà condiviso un nuovo articolo

Sguardo al Reale

Un progetto di Suor Lucia Brasca FMA