Sguardo al Reale

Il nonno del mare

pasquale-spiaggia-1024x584
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su google
Google+

Tutti lo conoscono come il “Nonno del mare”, Pasquale a 93 anni è uscito per la prima volta dopo il lockdown per pulire la sua spiaggia.

 

Lui è Pasquale Di Marco, ha da dopo compiuto i 93 anni e la sua più grande passione è il mare, tanto che gli abitanti di Giulianova lo conoscono con il soprannome di “nonno del mare”.
Pasquale abita a Poggio San Vittorino, in Abruzzo e ogni mattina prende la macchina per andare in spiaggia a 30 km di distanza a contemplare il mare, si siede su una sedia che si porta da casa e guarda le onde che vanno e vengono entrando in uno stato di pace e benessere profondo, cosa fa Pasquale durante quei quelle sessioni di riposo dei sensi lungo la battigia è presto svelato:

 

“ringraziare Dio per la forza che ha” racconta ad un giornalista di una testata locale

 

La sua più bella abitudine, a cui però Pasquale ha dovuto rinunciare durante i mesi di Lockdown, in cui chiuso in casa aspettava il momento di potere riuscire e tornare alla sua più grande passione, così quando il nonno del mare è potuto ritornare in strada, la prima cosa che ha fatto è stata prendere la macchina per tornare nel suo posto del cuore, questa volta con un pensiero diverso dal semplice godersi la bellezza del panorama, il 93enne si è munito di mascherina, guanti e sacchetti di plastica la sua prima uscita e il suo primo impegno è stato quello di ripulire la sua spiaggia da tutti i rifiuti e gli inquinanti che sapeva che dopo settimane di assenza vi avrebbe ritrovato.

 

Sentito dai telegiornali che ci sarà una nuova ondata di inquinamento legate alle mascherine monouso e ai guanti di plastica che purtroppo qualcuno getta per terra irresponsabilmente e sapendo che il mare spesso riporta a riva rifiuti di ogni tipo, Pasquale la sua prima uscita l’ha voluta tutta dedicare al fare bene all’ambiente e a lasciare la spiaggia in un luogo più pulito e accogliente per gli animali marini e anche per tutte le altre persone che la vanno a visitare, in poco tempo Pasquale da solo ha raccolto due buste nere piene di plastica e rifiuti di ogni tipo e questo bel gesto gli è valso il suo secondo appellativo, oltre a quello di “nonno del mare”, ora gli abitanti lo prendono in giro scherzosamente chiamandolo “nonno plastic free”.

 

Le foto scattate da alcuni abitanti mentre l’anziano raccoglie tubi, reti, bottiglie e pneumatici abbandonati hanno fatto il giro dei social, ma a Pasquale non importa della popolarità, il suo scopo è solo quello di fare la sua parte e dare il suo piccolo contributo lasciando un pezzo di mondo più pulito. Non lo ferma certo l’età e anzi ci fa dimostra che tutti possiamo e dobbiamo dare il nostro contributo, non ci sono scuse che tengano.

 

 

Fonte: positizie.it

Fai il pieno di notizie positive cristiane

Iscriviti alla newsletter

Inserendo il tuo indirizzo e-mail riceverai una notifica appena verrà condiviso un nuovo articolo

Sguardo al Reale

Un progetto di Suor Lucia Brasca FMA