“Il popolo armeno è vivo e vuole dirlo al mondo”

io_sono_armeno (FILEminimizer)

Il 24 aprile si commemora il genocidio subito dai turchi. Anche in un corto con l’attore Paolo Kessisoglu.

-Roberto Fabbri-

 

Ancora oggi, in Turchia, chi si azzarda a utilizzare la parola «genocidio» per definire la strage degli armeni perpetrata tra il 1915 e il 1916 rischia una condanna ad anni di carcere. La negazione della colpa più grave commessa in nome del nazionalismo turco è uno dei cardini ideologici dell’attuale regime autoritario, e di matrice sempre più islamica, guidato da Recep Tayyip Erdogan.

Continua a leggere su IL GIORNALE

 

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su print

Fai il pieno di notizie positive cristiane

Iscriviti alla newsletter

Inserendo il tuo indirizzo e-mail riceverai una notifica appena verrà condiviso un nuovo articolo

Sguardo al Reale

Un progetto di Suor Lucia Brasca FMA